Grande Ale Onlus

La storia

Fondazione Alessandro Maria Zancan ONLUS

La  "Fondazione Alessandro Maria Zancan ONLUS” o in forma abbreviata “GrandeAle ONLUS" viene costituita il 28 luglio 2014 in memoria di Alessandro Maria Zancan, mancato il 28 aprile 2014, all'età di dieci anni per leucemia linfoblastica acuta di tipo T.

L'immenso dolore per la perdita di questo straordinario bambino, che durante i suoi due anni di coraggiosa lotta contro la malattia, ha avvicinato a sé centinaia di amici in una meravigliosa catena d'Amore, ha spinto i suoi genitori a far nascere questa fondazione per aiutare i bambini malati o comunque sofferenti e le loro famiglie a sognare un futuro più felice.

La “Fondazione Alessandro Maria Zancan Onlus”, in particolare, ha per oggetto da una parte un supporto alla ricerca scientifica soprattutto in tema di leucemie infantili e dall'altra un aiuto concreto ai bambini malati o comunque in precarie condizioni sociali e alle loro famiglie sia dal punto di vista psicologico ed emotivo che da quello economico.

Il simbolo della fondazione - un angioletto che regge tra le mani la scritta GrandeAle - nasce da una riproduzione similare dell'angioletto in legno di ulivo a cui Alessandro era molto affezionato e che portava sempre al collo. Dopo aver ottenuto le relative autorizzazioni dalle società che producono detto angioletto, la fondazione oltre ad utilizzarlo come logo (nel tono verde che era il suo colore preferito) ha pensato che fosse carino farne un ciondolo in metallo dorato e argentato.

Inoltre, per raccontare la storia di Alessandro agli amici di oggi e a quelli di domani, e' nato un libro dal titolo “Alessandro Maria: una storia di amore eterno”. Si tratta, in realtà, non di un libro vero e proprio, ma di una raccolta di messaggi inviati a tutte le persone che sono state vicine alla famiglia nei due anni della malattia di Alessandro e di alcuni di quelli ricevuti. In esso vi sono riportati  anche alcuni scritti e disegni di Alessandro e una poesia scritta dalla sua sorellina Sofia Maria, dopo che Alessandro era mancato. Si tratta di un testo molto doloroso da leggere che è costato alla famiglia un enorme impegno emotivo, ma che dovrebbe essere la testimonianza di una piccola grande vita che è stata soprattutto coraggio e amore. Sulla copertina vi è riportato un quadro che Alessandro ha voluto regalare a suoi genitori il giorno di San Valentino di quest'anno spendendo tutti i suoi risparmi e che parla molto di lui e del suo particolarissimo modo di sentire.

Il libro e il ciondolo vengono distribuiti dalla fondazione per raccogliere fondi ad offerta libera a partire da 15 euro per il libro e da 10 euro per il ciondolo.

Grazie a chiunque vorrà sostenere i progetti della Fondazione Alessandro Maria Zancan Onlus.

Un caro saluto

Luisa e Giorgio